TRACKING E MONITORAGGIO

Le funzioni racchiuse in questa categoria riguardano la visualizzazione dei tracciati effettuati durante il trasporto, l’individuazione della posizione attuale del carico, la gestione ed il controllo dei legami master-slave dei vari dispositivi e la programmazione dei checkpoint di percorso.

Ultima posizione: Come riportato nell’immagine sottostante, con questa funzione è possibile visualizzare sulla mappa l’ultimo rilevamento GPS del dispositivo ed inoltre modificare le proprietà del dispositivo stesso.

Attraverso la finestra posta a sinistra della schermata e il pop-up geolocalizzazione apparecchio, è possibile visualizzare ed analizzare ulteriori dettagli in merito ai dati GPS (longitudine, latitudine, altezza), ai sensori installati sul dispositivo (temperatura, umidità, luminosità) e allo stato dell’attuatore.

 

Storico posizione: questo strumento è utilizzato per visualizzare un percorso GPS generato dalle registrazioni effettuate dal dispositivo durante il suo spostamento all’interno di un determinato arco di tempo.  Questo tracciato evidenzia anche le posizioni in cui sono stati generati eventuali segnali d’allarme.

Il risultato è riportato nella figura seguente:

 

Controllo legami: consente di gestire il rapporto master-slave nel caso in cui più dispositivi siano collegati tra di loro. Ciò permette ad esempio di monitorare un convoglio costituito da più container e generare un allarme nel caso in cui uno di essi superi i limiti di distanza impostati dall’utente.

 

Funzione P.O.I.: è utilizzata per impostare e visualizzare sulla mappa alcuni punti di interesse o checkpoint che fungono da obiettivi intermedi del percorso. Come illustra la figura questi punti sono personalizzabili per poter essere meglio visibili e dare loro un ordine o una priorità.

 

Zone: consente di impostare sulla mappa delle aree utili per creare eventi o allarmi nel caso in cui un dispositivo entri o esca dalla zona stessa. L’area può avere dimensioni e forme varie, un esempio è riportato nella figura sottostante.

Ulteriori dettagli e istruzioni all’uso di queste funzioni, sono riportate all’interno del manuale disponibile in formato PDF.